News

martedì 26 marzo 2013

Presentazione della Scuola Librai Italiani

Questo rafforza la mia convinzione sul sorprendente avvenire che il commercio dei libri ha davanti a sé. 

Tutto sta nel dargli una dignità come a una professione.

La gente ha bisogno di libri, ma non lo sa. Ignora in generale che esistono i libri che le occorrono.


LA LIBRERIA STREGATA, CHRISTOPHER MORLEY, SELLERIO EDITORE 



giovedì 28 marzo ore 18.30
Diventare librai del futuro.

Presentazione del 7° Corso di Alta Formazione 

in Gestione della Libreria 

della SLI-Scuola Librai Italiani

LIBRERIA THERESE

corso Belgio 49bis/a Torino  - 011 88 26 31 - 334 78 68 110


Parteciperà 

Marco Zapparoli, con Claudia Tarolo, editore di Marcos y Marcos

Formare librai qualificati che, con le proprie competenze, contribuiscano all’innovazione e all’espansione del mercato librario italiano, sia dal punto di vista imprenditoriale che gestionale, aprendo nuove librerie e portando energie fresche al mondo dell’editoria e della cultura. Sono questi, a grandi linee, gli obiettivi di fondo del Corso di Alta Formazione in Gestione della Libreria della SLI-Scuola librai italiani, la cui settima edizione prenderà il via il prossimo 6 maggio presso il Teatro dei Dioscuri di Roma e le cui selezioni sono aperte fino all’8 aprile.
Per mettere in piedi e gestire queste librerie serve un bagaglio di competenze vasto e specializzato, che gli allievi della SLI possono costruirsi “su misura” attraverso l’integrazione tra attività didattiche tradizionali (le lezioni frontali) e l’apprendimento sul campo tramite stage, partecipazione a eventi e fiere (da Torino a Mantova) ed elaborazione di progetti imprenditoriali concretamente realizzabili, con la consulenza dei migliori esperti del settore.

“Lavorare in libreria è un mestiere difficile ma può essere molto gratificante – afferma Tiziano Vescovi, direttore scientifico della Scuola, paragonando la missione dei librai di oggi a quella degli esploratori del passato – ci vogliono grande coraggio e passione, curiosità per la conoscenza, intraprendenza e metodo. E’ una sfida complessa che, se affrontata con gli strumenti adeguati, può dare molta soddisfazione. I librai infatti sono esploratori della conoscenza: con la loro opera disegnano le mappe del sapere e aiutano la gente a orientarsi. Non per caso il loro ruolo sociale è sempre importante e valorizzato. 





Nessun commento:

Posta un commento