News

lunedì 30 marzo 2009

Martedì 31 Marzo



alla Libreria Therese tre appuntamenti segneranno la giornata della rassegna "Sono Solo Storie":

ore 16.00

La nonna Stella racconta
letture per bambini dai 4 anni
Stella, stellina,
la fiaba si avvicina:
e' arrivato il momento
del buon divertimento!
La nonna sta sul dondolo,
i bimbi intorno a grappolo:
si inizia la lettura....
comincia l'avventura!


ore 18.30

L'esatta sequenza dei gesti
Instar libri
Fabio Geda presenta il suo ultimo romanzo vincitore del premio Grinzane Cavour 2009 sezione narrativa italiana.
Esordisce nel 2007con il romanzo "Per il resto del viaggio ho sparato agli indiani" edito dalla casa editrice Instar e tradotto in Francia e in Romania. Il romanzo viene selezionato per il Premio Strega, presentato da Valeria Parrella e Diego De Silva. Si classifica secondo al Premio Stresa di Narrativa. Si aggiudica il premio come Migliore Esordio al Premio Letterario Via Po di Torino, vince il Premio del Giovedì "Marisa Rusconi" ed è il Migliore Esordio 2007 anche per la redazione della trasmissione radiofonica Fahrenheit che lo mette anche a disposizione in ascolto per non vedenti. A ottobre del 2008 è uscito il secondo romanzo: "L'esatta sequenza dei gesti".

Marta ha 12 anni; quando arriva nella comunità alloggio dove lavorano Ascanio ed Elisa, la sua vita ha già preso una piega difficile: una madre alcolizzata e un padre che se ne è andato. L'esistenza di Corrado non è più semplice. Ha 16 anni, guarda il mondo facendo il duro e, nella stessa comunità, aspetta che la madre esca finalmente dal carcere. Nella vita quotidiana della casa le esistenze dei due ragazzi si intrecciano a quelle degli educatori che si prendono cura di loro, tra rabbia, delusioni e piccole felicità, fino a quando Marta e Corrado decidono di prendere in mano il proprio destino.
Di seguito il link con l'intervista di Fahrenheit:


ore 21.00

Il Gioco delle tre carte
Sellerio editore
Marco Malvaldi dialoga con Davide Ruffinengo del suo ultimo libro finalista al Premio Bancarella 2009

Marco Malvaldi è nato a Pisa, dove vive, nel 1974. Attualmente ha un assegno di ricerca presso il Dipartimento di Chimica Biorganica della locale Università. Sellerio ha pubblicato anche La briscola in cinque (2007).

Ritorna, con la seconda avventura dopo "La briscola in cinque", la squadra di investigatori del BarLume di Pineta, detto anche "l'asilo senile". A parte il barista Massimo e la sua banconista, la bella e comprensiva Tiziana, il più giovane del gruppo è Aldo, ultrasettantenne gestore dell'osteria Boccaccio. Seguono Nonno Ampelio, Pilade, il Del Tacca del Comune, il Rimediotti. La loro attività, unica, più che principale, si svolge nel presidiare il BarLume e, dietro il paravento della partita a carte, passare al setaccio tutti gli avvenimenti di Pineta, in un pettegolezzo toscano senza eufemismi e senza ritrosie. Qualche volta resta nelle maglie fitte della rete, un fatto criminale. In realtà è Massimo, pronto all'intuizione ma svogliato all'azione, che è spinto a investigare, richiesto casualmente dal commissario Fusco. I vecchietti fanno da polo dialettico in un contraddire minuzioso che però facilita la sintesi: corale ambientazione umana, provinciale e antiglobalizzata (lenta, senza preoccupazione di efficienza mezzo-fine). Uno sfondo di commedia italiana a dei gialli enigmistici la cui soluzione è affidata alla virtù del ragionamento e alla fortuna del caso. Nel gioco delle tre carte un esercizio di abilità e di elusione fornisce lo schema per risolvere un enigma criminoso consistente nel nascondere ostentando. Nel corso di un congresso, viene ucciso un professore giapponese. La chiave del mistero è in un computer che in apparenza non contiene niente di significativo.
Di seguito il link con l'intervista di Fahrenheit:

http://www.radio.rai.it/radio3/fahrenheit/mostra_libro.cfm?Q_EV_ID=273469

Nessun commento:

Posta un commento